Archivi categoria: Archivio

Inagibilità bivacchi – emergenza COVID19

Trasmettiamo il messaggio  da parte della Commissione Centrale Rifugi e Opere Alpine  del CAI Centrale.

“””

Dopo una attenta ed approfondita riflessione abbiamo concluso che i bivacchi   non si possono chiudere poichè, in caso di emergenza, rappresentano l’unico punto di ricovero possibile per gli alpinisti.

Riteniamo però giusto e corretto ricordare che gli spazi, essendo   esigui e non   sanificati,  non  garantiscono all’avventore i requisiti, anche minimi, di sicurezza esponendoli al rischio di contagio.

“”

Perciò sulla porta d’ingresso ed all’interno del bivacco abbiamo fissato l’avviso di   inagibilità della struttura .

Cartello Bivacchi

Gita scialpinistica del 19/01/2020

La gita scialpinistica sarà al

Monte Frerone  m. 2674

Località di partenza: rifugio Bazena (m.1800)
Dislivello di salita: m. 874+
Tempo di salita: h 2.30
Difficoltà: BSA
Attrezzatura: A.R.T.VA., pala , sonda e ramponi
Riferimenti: Claudio Ranza  (320 3424530)

Ritrovo alle ore 7.00 al parcheggio dell’oratorio di Clusone.
Il trasferimento verso Bazena dovrebbe essere di circa 1h 15 min.

DUEAMORI, 6 Dicembre 2019

Vi invitiamo al tradizionale evento culturale di fine anno: Venerdì 6 Dicembre 2019, presso teatro Mons.Tomasini, Clusone (c/o Oratorio.

DUEAMORI

Storia di Renato Casarotto

SPETTACOLO TEATRALE di Massimo Nicoli

Si può raccontare di un grande alpinista e delle sue eccezionali imprese senza cadere nella retorica? Può uno spettacolo teatrale portarci tra le montagne più belle della Terra senza spingere troppo la fantasia? E’ l’amore, forza conosciuta ma sempre nuova, capace di avvicinarci a tempi, luoghi e sentimenti che fanno parte della vita privata di una coppia?

Lo spettacolo DUEAMORI, STORIA DI RENATO CASAROTTO, risponde con un semplice si a questi quesiti provando a presentarci un personaggio, le sue avventure e i suoi pensieri con un’unica luce che illumina i momenti famigliari e personali di una vita che, per quanto breve, è stata un riferimento per tanti in quegli anni e anche oggi.
Una nuova iniziativa dell’Associazione Gente di Montagna che assieme al Teatro Minimo di Ardesio ha prodotto uno spettacolo teatrale che è l’occasione di raccontare l’alpinismo attraverso l’amore di un uomo verso la sua compagna e verso le montagne che lo hanno accompagnato in ogni giorno della sua vita.

da una scrittura di Nazareno Marinoni
da una idea di Davide Torri
con Massimo Nicoli
musiche di Francesco Maffeis e Jiurij Roncan
coordinamento tecnico Diego Bergamini
regia di Umberto Zanoletti
Associazione Gente di Montagna e Teatro Minimo Ardesio

Vi aspettiamo numerosi!!

Alp Ragazzi_Notturna ai Cassinelli

9 Novembre 2019, serata alla Baita Cassinelli, chiusura della stagione di alpinismo giovanile 2019.
Una bellissima festa, in allegria, a chiusura di una stagione ricca di
eventi e di camminate in allegria.
La partecipazione dei bambini/ragazzi quest’anno è andato in
crescendo;    questo ci ripaga degli enormi sforzi organizzativi.
L’alpinismo giovanile è l’attività più impegnativa per la nostra
sezione, soprattutto da parte degli accompagnatori che spendono grandi sforzi e gran parte del proprio tempo libero per coltivare “i germogli”  dell’alpinismo futuro. Per trasmettere loro la bellezza, la sincerità, la lealtà della natura.  Fucina di amicizie sincere, leali, vere!
Maestra di vita, ottimo mezzo “didattico” che  insegna  in modo sincero che per raggiungere   risultati appaganti ci vuole un pizzico d’impegno e qualche goccia di sudore.

Da parte mia un enorme G R A Z I E a tutti gli accompagnatori e
responsabili dell’alpinismo giovanile per la notevole attività!!
Che bello giocare a palle di neve, la prima neve della stagione, al
cospetto della nostra regina.
Ottimo pasta party, ma non solo, al rifugio Cassinelli, preparato ben
caldo e accogliente da Mariagrazia e Claudio, i rifugisti.
Ecco alcune fotografie della serata, con qualche mia “divagazione”
fotografica, e prime immagini, giocando con le ombre e luci
dell’allegra comitiva.
Ci aspetta una nuova stagione, con ricchi programmi, tanta volontà di continuare ad “innafffiare” i nostri germogli.

Con l’occasione porgo l’invito a qualsiasi socio abbia voglia di divertirsi con noi, unirsi a noi per portare insieme “l’innaffiatoio” per i “germogli” i nostri ragazzi, futuri amanti delle nostre terre alte.
Claudio Ranza

Castagnata 2019_Gallery

Alla 17° Straoratorio, c’eravamo anche noi, insieme all’Avis e alla polisportiva oratorio per il tradizionale appuntamento autunnale. Con la castagnata, l’arrampicata su palestra artificiale e truccabimbi.
Un grandissimo GRAZIE a tutti volontari CAI Clusone che hanno collaborato e lavorato per la grande festa .Ecco alcune immagini.

(foto Claudio Ranza)

 

Trekking giovani 2019 – GRANSASSO

La montagna che più ci piace, perché profuma di libertà e fa ben sperare per il futuro.

Anche quest’anno i giovani del Cai di Clusone, hanno organizzato, promosso e vissuto 4 giorni di pura montagna.
Giovane e bella, come piace a noi.
I no Gravity e gli sbombati hanno apparecchiato un bellissimo trekking, stavolta un po’ insolito:

Mare e montagna.
Polenta e arrosticini.
Corno Grande, Corno piccolo del Gran Sasso e spiagge ciottolose e acque cristalline del Conero.
Kit da ferrata e costume hawaiano anni 90.

Le risate, le strette di mano in vetta e i canti di gioia hanno fatto talmente chiasso da indurre la regione Abruzzo a cambiare il nome del loro Monte simbolo.
Da agosto 2019, dal trekking giovanile del Cai di Clusone, non esiste più il Gran Sasso, ma il GRAN PLÖC!

P.s. giovani sí, ma senza l’esperienza dei più saggi, rimarrebbero acerbi. Essenziali, Angelo e Simone ad aumentare l’esperienza del gruppo.

P.p.s. ricordiamo che il trekking giovanile è una tradizione pluriennale aperta a qualsiasi giovane fino ai 30 anni (circa, non siamo così pignoli).

Vi aspettiamo per il trekking dell’anno prossimo, stiamo già pensando a quale montagna cambiare il nome!

#caiclusone #trekking #trekkinggiovani #gransasso @ Gransasso

Concerto 31/07/2019

Concerto benefico in Corte S.Anna a Clusone, proprio davanti alla nostra sede, a favore del progetto per la ricostruzione della scuola Deepshikha  High School ed  il suo Ostello , a Kathmandu.  Progetto di rcostruzione portato avanti dal Club dei Lions .

Presente un pubblico davvero numeroso, attento e caloroso che ci ha ripagato degli sforzi .

Natalia Ratti (Pianoforte e Fisarmonica) , Claudio Ranza (Tenore) e Simone Trussardi (Voce narrante)  hanno offerto una serata ricca di emozioni, con il contorno di proiezione di fotografie a tema montagna, realizzate dagli stessi artisti Natalia e Claudio, e impianto sonoro e mixer da parte di Mario Calzaferri .

Un presentatore d’eccezione, Francesco Brighenti, ha tenuto la regia dell’intera serata, dove sono intervenuti Fiorello Lorenzi, dinamico ed operoso trainer  del “progetto Fiore” , e Demetrio Trussardi , past president dei Lions di Clusone e che ha spiegato i particolari del progetto ed in particolare del libro “Tale padre tale figlio….lo spero”  scritto proprio da Simone Trussardi.

Ecco alcune immagini della serata

Evento Musica, Montagna, Poesia

Buonasera carissimi soci,

L’estate è ormai inoltrata e molte iniziative già alle spalle e nelle gambe, come la festa della montagna al Rino Olmo dello scorso weekend, con la Messa, il pranzo in compagnia il gioco del peso del salame, come sempre un inno alla nostra passione.

Ma gli eventi non sono per nulla finiti, anzi.

Mercoledì 31 Luglio in corte Sant’Anna  fuori dalla nostra sede, alle ore 21.00, ci sarà una serata particolare all’insegna di musica emozione e montagna (volantino).

Canterà il nostro presidente, nonché gran tenore Claudio, suonerà la nostra Natalia, mentre il nostro Simone leggerà alcuni piccoli spunti del suo libro “Tale padre tale figlio.. Lo spero!”

Vi aspettiamo numerosi