Gallerie

Trekking giovani 2019 – GRANSASSO

La montagna che più ci piace, perché profuma di libertà e fa ben sperare per il futuro.

Anche quest’anno i giovani del Cai di Clusone, hanno organizzato, promosso e vissuto 4 giorni di pura montagna.
Giovane e bella, come piace a noi.
I no Gravity e gli sbombati hanno apparecchiato un bellissimo trekking, stavolta un po’ insolito:

Mare e montagna.
Polenta e arrosticini.
Corno Grande, Corno piccolo del Gran Sasso e spiagge ciottolose e acque cristalline del Conero.
Kit da ferrata e costume hawaiano anni 90.

Le risate, le strette di mano in vetta e i canti di gioia hanno fatto talmente chiasso da indurre la regione Abruzzo a cambiare il nome del loro Monte simbolo.
Da agosto 2019, dal trekking giovanile del Cai di Clusone, non esiste più il Gran Sasso, ma il GRAN PLÖC!

P.s. giovani sí, ma senza l’esperienza dei più saggi, rimarrebbero acerbi. Essenziali, Angelo e Simone ad aumentare l’esperienza del gruppo.

P.p.s. ricordiamo che il trekking giovanile è una tradizione pluriennale aperta a qualsiasi giovane fino ai 30 anni (circa, non siamo così pignoli).

Vi aspettiamo per il trekking dell’anno prossimo, stiamo già pensando a quale montagna cambiare il nome!

#caiclusone #trekking #trekkinggiovani #gransasso @ Gransasso

Annunci

Montagna Sicura 2019

Domenica 20 Gennaio 2019, sulle nevi di Colere abbiamo effettuato l’uscita scialpinistica con le esercitazioni di ricerca con artva , sonda e pala. A completamento della serata teorica di venerdì 18 Gennaio nell’aula auditorium delle scuole elementari di Clusone.
Nonostante lo scarso innevamento siamo riusciti a fare le esercitazioni nella zona della cima bianca. Ci abbiamo creduto e l’abbiamo realizzato!!!. La giornata è proseguita con tappa al rifugio Albani dove Sandra e Chicco ci hanno deliziato con un ottimo pranzo, condito da tantissima simpatia, allegria e….calore; calore anche dalla stufa, bella calda!!
Questa edizione di Montagna sicura si è conclusa perciò nel migliore dei modi; voglio ringraziare il Soccorso Alpino i quali tecnici ci hanno accompagnato , seguito ed istruito con grande professionalità. In particolare, venerdì 18: Rino Calegari (nostro presidente x tanti anni), Emilio Scandella , Davide Balduzzi e Enrico Lazzarini (CNSAS).
Domenica 20/1, il Soccorso Alpino stazione di Clusone, coordinata da Emilio Scandella (capostazione).
Grazie alla commissione scialpinismo ed ai consiglieri del direttivo, sempre presenti nelle occasioni importanti.
Ma soprattutto grazie ai partecipanti.

San Lucio

Alcune immagini riprese a San Lucio , nei pressi dell’omonima chiesetta e del rifugio (fotografie di Claudio Ranza)

Serata alpinistica 2018 – 7 Dicembre

Serata culturale-alpinistica con ospiti davvero bravi, la serata di venerdì 7 Dicembre 2018 presso il cineteatro mons. Tomasini.

Tommaso Lamantia (tecnico del Soccorso Alpino) e Manuele Panzeri (Guida Alpina ed istruttore tecnico del Soccorso Alpino) ci hanno affascinato ed emozionato con il racconto coinvolgente della ripetizione della mitica  via dei Ragni di Lecco sulla parete Ovest del CERRO TORRE, la leggendaria vedetta della Patagonia. Il ricordo del terzo alpinista che ha preso parte alla spedizione, Giovanni Giarletta, scomparso in Grigna solo una settimana dopo il loro rientro in Italia, ha reso ancora più speciale la serata conclusiva del 2018

Nella serata abbiamo dato anche un piccolo riconoscimento a Elisa Balduzzi e Simone Castelli per aver gestito per 7 anni con tanta professionalità, simpatia, umiltà e dedizione il rifugio Olmo.

All’ingresso della sala erano disponibili i libretti con i programmi 2019 del Cai Clusone , preparati per l’occasione.

(fotografie di Giuseppe Fenili)

 

 

Al rifugio Rino Olmo

Oggi siamo saliti di primo mattino con Simone, x aprire il rifugio “Rino Olmo” per la programmata visita da parte degli interessanti e prenderne la gestione. Salita tra le nebbie e con un leggerissimo nevischio. L’abbassamento della temperatura, una leggera brezza da nord e l’umidità latente hanno creato i classici disegni da “galaverna” che noi villici chiamiamo in tipico idioma inglese “calibrosa”. Ci voleva giusto uno sprazzo di sole per catturarne gli argentei e scintillanti riflessi. Sole vero e proprio non l’abbiamo visto, solo una parziale e temporanea schiarita , durante la quale ne ho approfittato per qualche scatto.